Finalista

Home > testinscena®

Cinque sensi non sono una tragedia

Officine Porpora

Testo: Matteo de Mojana
Con: Chiara Leoncini, Stefano Panzeri, Vincenzo Zampa
Regista: Antonio Pinnetti
Scenografia e costumi: Cecilia Sacchi, Caterina Villa, Lucia Rho

  Scarica il copione

 

 

 

La compagnia:

La compagnia OFFICINE PORPORA nasce, come gruppo informale, intorno al progetto CINQUE SENSI NON SONO UNA TRAGEDIA su iniziativa di Matteo de Mojana, autore del testo. Si è così formata una equipe di lavoro che riunisce otto professionisti, tra attori e maestranze, con percorsi differenti nel campo del teatro e dello spettacolo.

Il nome della compagnia richiama l’industriosità artigianale del progetto, oltre che la casuale coincidenza tra il colore dei mantelli che accolgono Agamennone in Argo, nell’omonima tragedia di Eschilo, e l’indirizzo presso il quale sono state partorite le prime idee per questo spettacolo.

Per la partecipazione al bando, la compagnia si appoggerà a FATTORIA VITTADINI, realtà con la quale ha intessuto un rapporto di collaborazione e di dialogo.

 

Il progetto:

I cinque sensi sono una metafora di cui abbiamo voluto servirci per raccontare una storia: quella di una società che ha perso contatto con la corporalità, con l’ascolto fisico, con il reale.

Oggi l’abuso delle interfacce tecnologiche ci porta verso un mondo sempre più virtuale e meno sensibile, sempre più organizzato e meno “in divenire”. Stiamo perdendo la nostra animalità.

Con l’Orestea, Eschilo racconta il passaggio tra due civiltà: quella del mythos - magica, misterica, sanguinaria - e quella del logos - razionale, ordinata e democratica. Ci siamo ispirati, molto liberamente, ad alcuni momenti della tragedia eschilea per raccontare il nostro allontanamento dalla fisicità e dalla sensorialità.

Abbiamo costruito un testo a episodi, dedicandone uno a ciascuno dei sensi: cinque scene apparentemente indipendenti, ma invisibilmente legate dal fil rouge della tragedia. In ogni quadro è stato adoperato un linguaggio drammaturgico diverso, dando ad ognuno dei sensi una funzione specifica.