Meet the artist - Cesare De Vita

Home > Attività > gARTen


gARTen – Meet the artist Cesare De Vita e performance musicale di Luciano Zampar

9 giugno 2022, aperitivo dalle 18.00, incontro con l’artista alle 19.00, a seguire performance musicale

Cesare De Vita è guidato nella sua creazione artistica dalla ricerca dell’armonia così com’è espressa dalla natura e dalle sue intime leggi. Le sue sculture verticali sono colonne composte da forme modulari le cui dimensioni e i cui ornamenti rispecchiano codici, trame e proporzioni che sottendono la struttura della materia e il prodursi dei fenomeni naturali. Gli elementi stessi della natura – terra, acqua, fuoco e aria – sono suoi alleati nel plasmare e generare, attraverso la ceramica, forme, colori e motivi che compongono il suo linguaggio scultoreo. La colonna, elemento carico di evocazioni simboliche, è il fulcro della sua arte, e come una stele, se posta in un luogo preciso, conferisce ad esso un’aura intima e una posizione di epicentro fungendo da catalizzatore di energia e demarcatore di sacralità. Un punto sulla terra, ma anche un ponte tra la terra e il cielo.

L’artista sarà introdotto dalla responsabile degli eventi culturali Laura Pallù e a seguire Luciano Zampar proporrà una performance musicale con i volumi platonici creati dall’artista De Vita.


Possibilità di cenare sul posto con Pugliamia Food Truck.

Entrata libera. Prenotazione consigliata.

Presso il parco della Fondazione Claudia Lombardi per il teatro, Via Càsoro 2, 6918 Lugano-Figino.

E-mail: info@fondazioneteatro.ch
Tel.: 091 995 11 28

 

 

 

Cesare De Vita

Nato a Lugano, segue un apprendistato presso l’architetto paesaggista Bürgi a Camorino. In seguito lavora come tecnico paseaggista indipendente collaborando con vari studi.

Dal 1985 inizia un’attività di freelance in ambito artistico collaborando con diverse realtà culturali come TASI, Teatro PAN, Paradox Media (produzioni video e teatrali), OGGIMUSICA, Pangeart Camorino, Poestate Lugano, Other Movie Lugano Film Festival, CSI di Lugano e con vari artisti come fotografo e proponendo performances musicali con i volumi sonori platonici.

Dal 1996 inizia la sua attività espositiva in gallerie e istituzioni locali.

Dal 2000 opera a Lugano-Besso nel suo laboratorio di scultura ceramica.

Tra i vari riconsocimenti ottenuti annovera nel 2000 il Premio Internazionale MIA “Humanware Nature Inspiration.

Le sue opere e sculture hanno preso posto in proprietà private e pubbliche: Cavagnago-Forcaridra con tre steli nel bosco millenario di Pinus sylvestris, Casa Serena a Lugano con la stele “DNA”, Banca Raiffeisen Canobbio con la fontana “ACQUAVIVA”.

Nel 2016 la sua opera “TANGIBILE BLU” è acquisita per entrare nella collezione del Cantone Ticino.